Sai che ogni giorno sono in molti a dover proteggere i loro dati online? Infatti, sono milioni le persone che annualmente subiscono furti di identità. Dunque, poiché le frodi e la compromissione dei dati sono più comuni, sempre più persone temono per la sicurezza dei propri dati sul web.

Oltretutto, con l’uso delle app sempre più presenti nella nostra vita di tutti i giorni, non è mai stato così facile per gli hacker rubare le nostre informazioni private. Anche se i software antivirus e antimalware sono più avanzati, sono ancora in molti ad avere uno smartphone e, nel contempo, ignorano le basi della sicurezza Internet.

Mentre le persone sono inconsapevoli sulla sicurezza dei propri dati online, le aziende non lo sono. Tuttavia, secondo alcuni sondaggi online, circa 70 CEO su 100 ritiene che il proprio software antivirus sia tutto ciò di cui ha bisogno. Nonostante questa convinzione, molte startup vacillano a causa dei danni causati dal furto di dati.

7 modi per proteggere i tuoi dati online

Per evitare violazioni della sicurezza, continua a leggere il nostro articolo e puoi riuscire a scoprire 7 suggerimenti per proteggere i tuoi dati online. Finalmente, puoi scoprire quanto sia semplice dare più sicurezza ai tuoi dati online.

Utilizza password complesse

Può sembrare strano, ma vogliamo farti percepire quanto sia importante utilizzare password complesse.  Tuttavia, sebbene molti considerino questo suggerimento come conoscenza comune, la maggior parte non è consapevole dell’importanza dell’efficienza delle password. La ragione principale di ciò è che le persone temono di dimenticare una password più complessa.

Per evitare di dimenticare, gli utenti ricorrono all’uso di numeri semplici e combinazioni di password facilmente ricordabili. Di conseguenza, gli esperti ritengono che l’86% di tutte le password sono realmente poco sicure. Generalmente, il consiglio che viene dato per l’impostazione delle password, include l’utilizzo di “lettere maiuscole casuali, numeri e alcuni simboli”. Tuttavia, questa forma di protezione delle password ha due difetti distinti:

  • L’utilizzo di questo mix di simboli è molto più facile per gli hacker da decifrare con vari software. Questo perché tali password sono frequenti. Dunque, è facile prevedere la diversità dei simboli e quindi trovare la password per corrompere un account.
  • È difficile da ricordare. Con che frequenza usi “G9dSp7/_2@PuT” ogni giorno? Se si verifica lo scenario peggiore, devi ricordare la password manualmente.

Allora, come si imposta la password perfetta? Le migliori password sono costituite da lunghe frasi memorabili, composte da parole inglesi comuni. Usale in strane combinazioni, come “Possedere un porto comprensibile ai pomodori”. In questo modo, la password sarà molto più difficile da decifrare, oltre che più difficile da dimenticare.

Usa una VPN

Anche con leggi più severe sulla privacy dei dati, non puoi mai sapere chi sta guardando la tua cronologia di navigazione e raccogliendo i tuoi dati. Una delle contromisure più comuni contro il furto di dati (sia da parte di ladri che da parte del governo) è l’installazione di una VPN su tutti i dispositivi che hanno accesso in rete.

Allora, cos’è una VPN comunque? Per definizione, VPN sta per Virtual Private Network. È una forma di connessione privata che “falsifica” un ISP, tracker governativi e chiunque altro ti stia osservando. Con una VPN il tuo indirizzo online viene visto essere attivo in un’altra parte del mondo.

Ad esempio, puoi selezionare il tuo indirizzo virtuale in Francia, Germania o Texas o ovunque tu voglia. E sarai irrintracciabile, come se fossi un fantasma virtuale. Le VPN sono diventate più di una semplice merce per le persone che svolgono attività illecite. Ecco solo alcuni modi in cui i tuoi dati online sono protetti grazie all’uso di una VPN:

  • Puoi bypassare il possibile monitoraggio nel tuo ufficio / università / scuola superiore. Sebbene non sia ufficialmente confermato, alcune strutture ignorano la privacy dei loro studenti e dipendenti. Con una VPN, puoi aggirare tutte le restrizioni sui computer dell’ufficio o della scuola.
  • Connettiti a reti WiFi pubbliche senza paura. Molti hacker con conoscenza dell’architettura di internet utilizzano il metodo di esca WiFi. Hanno creato un falso WiFi aperto e le persone si connettono ad esso, solo per consentire agli hacker di rubare i loro dati. La VPN ti protegge da tali attacchi.
  • Se sei un giornalista o un attivista, la VPN può salvarti da procedimenti legali da parte di un governo o di un regime.

Se possiedi un blog o un sito web, utilizza l’hosting VPS

VPS è l’acronimo di Virtual Private Server. È una nuova forma di hosting di siti web, molto più diversa dalle forme tradizionali di hosting su server fisici. Uno dei principali rischi nel mondo della sicurezza informatica è l’utilizzo di server fisici.

Perché? A causa di molti siti web che utilizzano server condivisi, l’attacco a uno può portare rapidamente a una violazione anche all’interno di altri siti Web. Per mitigare i rischi e assicurarti che il tuo sito web sia al sicuro dagli attacchi DDoS, scegli un servizio VPS.

Con un hosting VPS, hai pieno accesso alla root. Ciò significa che hai il controllo totale sul server, rendendo molto più difficile per chiunque rubare i tuoi dati online. In un hosting condiviso, un cattivo utente può influire sulle prestazioni di altri siti web. L’hosting VPS ti offre affidabilità. Perciò, anche se si verifica un attacco, puoi riuscire a sapere che non ci sono buchi nel sistema attraverso i quali gli aggressori possono entrare.

Invece, anche se si verifica lo scenario peggiore, il recupero dei dati è più facile con l’hosting multi-rete. Sarai registrato su domini diversi e molto meno incline a rimozioni di successo.

Fai attenzione ai siti web che visiti se vuoi proteggere i tuoi dati online

Anche se prendi tutte le precauzioni necessarie per proteggere i tuoi dati online, è tutto inutile se non stai attento. In effetti, esistono due tipi di siti web non protetti:

  • Siti mirror creati appositamente per rubare dati online agli utenti in rete.
  • Casi in cui il proprietario non investe abbastanza in sicurezza, lasciando il sito web soggetto ad attacchi e utilizzi impropri.

Per sapere se un sito web è sicuro, cerca questi due segni evidenti:

  • Controlla se il sito web ha un URL sicuro: https invece di http. Il protocollo sicuro, quello con la S finale, certifica un sito web sicuro che utilizza un certificato SSL (Secure Sockets Layer). Questa è la migliore garanzia che il sito web non usi impropriamente i tuoi dati.
  • Una funzione di indirizzo di sicurezza verde nella barra, solitamente accompagnata dall’icona di un lucchetto, è un altro segno di sicurezza del sito web. Ciò significa che il sito web utilizza il livello di convalida più elevato possibile, la convalida estesa (EV).

Utilizza l’archiviazione cloud ed evita di conservare i file su un’unità fisica

Uno dei modi più comuni con cui gli hacker rubano i tuoi dati online è conservarli su un’unità fisica. Ciò significa che ogni informazione ha una fonte costante che può essere raggiunta in qualsiasi momento. Le aziende spesso diventano vittime di attacchi informatici perché lasciano tutto su un disco rigido. Invece, se vuoi aggirare questi pericoli devi assolutamente utilizzare la tecnologia cloud.

Analizza le politiche sulla privacy e le impostazioni su ogni sito web che visiti

Nel mondo della sicurezza informatica, ci sono molte pratiche che danneggiano l’utente ma non sono illegali. Pertanto, molti siti web le incoraggiano. Ovviamente, quando le leggi, è chiaro che sono dannose per la tua privacy. Per impedire ai visitatori e ai clienti di rendersene conto, la maggior parte dei siti web utilizza una miriade di pratiche progettate per farle sembrare meno ovvie.

Tuttavia, molti Paesi nel mondo hanno leggi che richiedono ai siti web di dichiarare quali dati raccolgono dagli utenti. Sebbene debbano dichiararlo, molti siti cercano di nasconderlo. Lo memorizzano in sezioni del sito web che sono lontane da raggiungere, la parafrasano o addirittura non dicono tutto. Dunque, sii meticoloso e cerca in tutte le sezioni del sito web. In questo modo, puoi essere in grado di uscire dal sito web nel momento in cui noti qualcosa di sospetto.

Per proteggere i tuoi dati online evita di utilizzare nomi e informazioni reali a meno che non sia necessario

Questo particolare modo di mantenere la sicurezza dei dati è facile, ma molte persone lo ignorano. Potresti rimanere sorpreso di quante persone possono scoprire informazioni sensibili e usare il tuo nome, e-mail e data di nascita.

I dettagli qui traggono la conclusione che forse il modo migliore per proteggere i dati online è: non fornirli! Se usi Facebook e Instagram per connessioni personali, sentiti libero di inserire il tuo vero nome.

Ovviamente, ti consigliamo di utilizzare il tuo vero nome e verificare il tuo account con un numero di telefono. La verifica richiede solo pochi minuti per essere creata, ma può essere la tua migliore difesa contro il furto di dati.

Mantenere e proteggere i tuoi dati online è un processo che richiede pianificazione e pazienza. Tuttavia, se non fornire dati non necessari, copri la tua attività con una VPN. Per la tua azienda, scegli un hosting VPS e non lasciare mai rapporti o altre informazioni sensibili su un’unità fisica. Sii responsabile e i tuoi dati saranno al sicuro. Inoltre, utilizza un web hosting con Email IMAP.