Ormai possiamo dirlo tranquillamente: il Digital Marketing è il mestiere…del presente. Sì, perché la Covid-19 ha dato la sterzata definitiva all’online.

Non solo: molti mestieri, che piaccia o no, sono ormai andati perduti (o in via di estinzione) e, quindi, c’è la necessità di reinventarsi da parte di tantissimi lavoratori.

Ebbene, quale occasione migliore che “lanciarsi” nel mondo del web? Ovviamente, come puoi immaginare (anche se per molti pensino davvero che sia un mondo “magico”), non sono tutte rose e fiori.

Ma è necessario comprendere che ci sono dei meccanismi da tenere in conto.

Impara a fare digital marketing armandoti di pazienza

Almeno una volta nella vita – che sia sui social network oppure su Google – tu hai trovato le pubblicità di qualcuno che prometteva guadagni facili, senza investimento e in poco tempo.

Ebbene, dobbiamo dirti una brutta verità: salvo casi particolari e rarissimi, sul web non si ottengono facilmente soldi rapidi. Qualcuno ti assicura che ce l’ha fatta? Qualcun altro ti promette mari e monti a fronte di una spesa irrisoria?

Beh, la nostra risposta è sempre la stessa: per quale motivo una persona che guadagnerebbe tantissimi soldi in poco tempo dovrebbe, a modiche cifre, dirti questo “fantomatico” segreto? Capisci che è un ossimoro.

La cosa reale, nuda e cruda così com’è, è una sola: nel campo del digital marketing è fondamentale armarsi di santa pazienza. Bisogna comprendere che ci saranno discese, risalite, periodi di vacche grasse, settimane e mesi di magra e così via.

Devi saperlo prima. Altrimenti rischi di fare passi troppo avventati.

Conosci e poi agisci

Prima di cominciare a lavorare in questo campo, è opportuno che tu faccia una buona conoscenza teorica e pratica.

Per il primo punto, ti consigliamo di consultare quello che viene definito un vero e proprio Glossario del Marketing Online: cioè praticamente tutte le definizioni che devi sapere, al fine di non prendere abbagli.

Sì, perché, come per quasi tutti gli aspetti tecnologici, la lingua “madre” è l’inglese e, quindi, potresti trovarti di fronte a parole mai sentite. Parole molto tecniche che, però, poi concretamente vogliono dir tanto.

Occhio che, però, lo stesso discorso è anche per l’italiano. C’è un gergo nel digitale molto specifico e dire un termine per un altro può significare anche mandare all’aria tutto il lavoro.

Quindi, studia, poi “scendi in campo”. Devi avere una buona formazione.

Sii aperto al confronto

Questa è una delle note dolente del digitale. Purtroppo spesso capita, in particolare nei gruppi Facebook o comunque nelle discussioni on line, che una persona rifiuti il dialogo a priori pensando di saperne più dell’alto.

È il ragionamento più sbagliato e insensato che si possa fare. I motivi sono almeno due. Il primo è che il digital marketing è un lavoro in continua evoluzione. Può capitare, infatti, che magari a te possa sfuggire un aggiornamento molto importante.

Vai sui social o, comunque, su qualche rivista di settore e vedi che c’è stato quell’aggiornamento. A questo punto, lo testi, lo provi e controlli se fa al caso tuo.

Il secondo motivo riguarda il “capitale umano”, quello più importante per intenderci. Avere capacità di dialogo e saper stare tra le persone, porta anche ad avere nuovi contatti, persone e colleghi con cui condividere una passione extra lavoro, per bere una birra, uscire a mangiare una pizza. O, comunque, tutto ciò che riguarda il tempo libero.

Oppure, ancora meglio, chissà che non possano nascere nuove opportunità lavorative e, quindi, occasioni importanti. Perché perderle?

Munisciti di una buona connessione internet

Adesso tocchiamo un tasto dolenti per tutti gli amanti dello smart working nei piccoli borghi. Dal marzo 2020, infatti, molti “nomadi digitali” hanno preferito rientrare nelle case di campagna o vicino al mare per lavorare.

Però il digital marketing ha bisogno di una componente fondamentale: la connessione internet di un livello più che buono. E, infatti, la presenza, ancora oggi nel 2021, del digital divide, rende a tratti difficoltoso lavorare come tu vorresti.

Non parliamo certo di una connessione 5G o di un modem velocissimo, ma nemmeno di 56K. Imparerai, con gli anni, che il tempo è denaro e anche una sola ora sprecata per motivi di connessione ti farà arrabbiare non poco.

Quindi, proprio sull’abbonamento a internet, non devi badare assolutamente a spese.